Il nervo vago e la nVNS

Abbiamo ottenuto un’innovazione tecnica nel 2010, quando abbiamo sviluppato la possibilità di somministrare la stimolazione del nervo vago in modo non invasivo (nVNS) erogando un segnale proprietario attraverso la pelle alla branca destra o sinistra del nervo vago nel collo.

Cos’è il nervo vago?

È il nervo cranico più lungo del corpo, che principalmente funziona come un nervo sensoriale, portando informazioni dagli organi viscerali al cervello. Il nervo vago possiede numerose ramificazioni nervose che si dirigono al cuore, ai polmoni, alla laringe, allo stomaco, alle orecchie e ad altri organi. Quale nervo sensoriale che valuta le condizioni di questi organi, è il sistema di comunicazione tra il cervello e il corpo. Contiene fibre motorie e sensoriali e, dato che attraversa il collo e il torace e raggiunge l’addome, ha la più ampia distribuzione nel corpo.

Cosa accade
quando si utilizza la nVNS?

Dato che stimola il nervo vago, la nVNS influisce su molte importanti funzioni autonomiche nel cervello e nel corpo, tra cui i livelli dei neurotrasmettitori, i livelli di infiammazione e il metabolismo.

Quali sono
i benefici della nVNS?

gammaCore (nVNS) ha mutato il paradigma consentendo ai pazienti di autosomministrarsi discrete dosi di terapia.

I nostri progetti

I nostri progetti riflettono la nostra passione di aiutare numerose tipologie di malati.

Sviluppi futuri

Esplorate le nostre aree di attenzione e gli sbocchi
della nVNS.